Daniele Manca intervista per il Corriere Maurizio Costa, amministratore delegato di Mondadori.

Argomento, ovviamente, gli ebook.

L’eccellentissimo AD dichiara due cose talmente intelligenti che faccio fatica a credere che vengano da un editore italiano:

– vogliono un sistema aperto che consenta l’utilizzo di tutti i formati, il Kobo-touch

– dichiara di essere per una visione aperta e non elitaria dell’editoria.

Potrei sposarlo uno così, se solo fossi un po’ finocchio.

Non vedo l’ora di gustarmi i mal di pancia, le recriminazioni, le ampollose cattedratiche cazzate della varia “intellighenzia” letteraria-editoriale-onanista.

Le proteste dei vari baroni, illeggibili e invendibili, che da anni funestano la cultura italiana senza averne titolo reale ma solo politico o clientelare.

Cari “intellettuali” da 300 copie vendute, cari giornalisti da finanziamento pubblico, e crocchia da mota varia ma con le “aderenze” , citando il grande Albertone, con manico d’ombrello vi dico:

PPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR!!!!!!

 

Tagged with →