Ve la faccio molto breve: un importante editore italiano ha acquistato i diritti di “Che Dio ti aiuti, Bambola!”, l’ebook d’esordio di Carlo Callegari, e quindi dal 1° novembre l’ebook non sarà più in commercio perché entro qualche mese troverete il Bambola in tutte le librerie d’Italia.

Ci sarà un titolo nuovo, ci sarà un editing nuovo, una nuova cover, tutto nuovo insomma. Resterà una grande storia anzi, una grandissima storia che verrà sicuramente migliorata con il nuovo editing.

Per me che scrivo questa è una notizia strepitosa e infatti sono al settimo cielo: un autore che ho pubblicato come esordiente in ebook, che ho spinto tanto e in cui ho creduto e credo tantissimo ha fatto il salto, quello vero, e adesso pubblicherà proprio quel romanzo che avevo scelto con un grande big dell’editoria italiana.

Il merito naturalmente è principalmente di Carlo Callegari che ha scritto una storia fantastica e divertentissima, ma anche di tutto il movimento Sugarpulp che ha supportato e dato visibilità a Carlo, e a noi di LA CASE Books che per primi abbiamo creduto in lui.

Adesso le cose però per il povero Carlo si mettono male: innanzitutto dopo aver venduto quasi 1.000 copie in 10 mesi in ebook sarà costretto a venderne almeno 10.000 in cartaceo, e poi sopratutto al prossimo Sugarspritz dovrà offrire da bere a tutti (e non sto parlando di prosecchini sottomarca, voglio champagne d’annata sciabolato…).