Amazon, il colosso della vendita online, si muove veloce e senza paura.

Non c’è dubbio lo scontro è aperto, Amazon contro Google, Apple e tutto il resto. Il grande mattatore della vendita sferza un insolito colpo finale, una fatality alla Mortal Kombat, lanciando il suo primo smartphone.

La prima domanda e chiedersi il perché un operatore, che basa il suo core business sulla vendita online, si spinge così in avanti. Un’accelerazione che riserva pericolosi antagonisti ben più forti e preparati nel mondo mobile come Apple, Microsoft/Nokia e Google.

Certamente con la serie Kindle Fire ha dato prova di poter gareggiare contro qualsivoglia tablet, potrebbero dire alcuni. Io dico che la piattaforma altamente customizzata dei Fire rende l’esperienza “all Amazon” tutta centrata a catturare un pubblico di lettori già fidelizzati. Infatti la serie Kindle Fire attinge al 70% da un pubblico già legato a Paperwhite o ai suoi predecessori più economici.

Ecco allora che Fire Phone presentato dal sorridente, ci mancherebbe altro, Jeff Bezos dichiara aperta la raccolta selvaggia del futuro acquirente tipo. Primo, inserire l’assistenza H24 sette giorni su sette gratuita al prodotto. Secondo, ma primo per importanza aziendale, sparare il cliente sul cloud inteno. Terzo, bingo, due Apps esclusive come Firefly* e X-Ray con cuoi intrattenere e sopratutto incatenare il cliente all’immenso catalogo di Amazon. Giusto l’aspetto tecnologico… di secondaria rilevanza anche se il 3D o le quattro telecamere frontali fanno tanto figo con gli amici.

Ecco che allora il terminale smartphone di Jeff non è altro che il remake in salsa moderna del primo iPhone del compianto Job. In fondo Quel terminale serviva solo per vendere Musica e Apps per far crescere l’asfittico iTunes dell’epoca. Se vi era bisogno, la riprova che la tecnica o meglio la tecnologia sono solo un, bel, compendio al contenuto… e in quello Amazon è la prima al mondo.

E voi, siete già cascati nella rete a strascico di Bezos e compagni?

 

*Firefly è una funzionalità che consente di riconoscere qualsiasi oggetto presente nel mondo reale, semplicemente inquadrandolo con l’obiettivo posizionato sulla parte posteriore.

Tagged with →  
  • Più che al primo iPhone, che rappresentava una vera e propria rivoluzione, questo Fire Phone mi ricorda il Facebook Phone: tutto intorno ad Amazon. Secondo me farà la stessa fine.

    • Hai ragione Marco, il rischio del sistema chiuso esiste ed è molto alto. All’epoca tutti guardarono all’iPhone come ad un gadget inutile, oggi è la pietra miliare di una svolta epocale di usi e costumi.

      • Più che altro, Amazon è un bel sito, si trovano tante cose e va bene. Ma chi mai potrebbe voler un telefono che accentri su Amazon ogni aspetto della comunicazione a distanza? È uno smartphone nato per comprare! Con il Facebook Phone è stato uguale, uno smartphone che metteva Facebook al centro di tutto. Un fisco il primo, sarà un fiasco anche il secondo.

        Il sistema chiuso non spaventa nel momento in cui c’è il controllo dei dati da parte dell’utente. E questo non avviene né con Facebook né con Amazon.

        • Giacomo Brunoro

          attenzione a non sottovalutare l’elemento principale di questa svolta di amazon: la comodità. l’utente medio americano (l’unico che interessi veramente ad amazon in questa operazione) se ne sbatte del sistema chiuso e, sopratutto, acquista in massa su amazon. Facebook non vende niente e fatica a trovare un modello di business, ma se amazon riuscisse solo a vendere il suo telefono al 5% dei suoi utenti sarebbe un successo clamoroso…

          • Il punto è proprio il target, io erroneamente lo davo per scontato, dell’americano medio che acquista solo su questa piattaforma. Vendita appunto, il modello Amazon che non è minimamente sovrapponibile a quello di Facebook. Infatti quest’ultimo si rivolge al B to B solo per gli spazi pubblicitari.

          • Il confronto su Facebook era sull’utente. Mi spiego meglio.

            Alle persone piace Facebook, su questo non ci sono dubbi. Però non piace così tanto da giustificare un telefono che metta Facebook al centro di tutto.

            Allo stesso modo alle persone piace comprare su Amazon, ma probabilmente non così tanto da giustificare un telefono che metta Amazon al centro di tutto.

          • Giacomo Brunoro

            è un’obiezione sensata, ma secondo me Bezos vuole ribaltare il concetto: faccio un telefono così figo che alla fine tutti compreranno solo su amazon per comodità, visto che hanno il mio telefono. Alla fine con l’iPhone hanno fatto così, si sono inventati un design strafigo per inchiappettarti con app e qualsiasi altra cosa ti possano vendere da itunes store. Però questo giochino funziona se lo fai per primo, vediamo se amz riuscirà a funzionare…

          • Uhm, forse l’idea è quella, ma per il momento questo smartphone non compete con gli altri di fascia alta. né dal punto di vista dell’hardware, né, e soprattutto, da quello del software, che pare abbastanza incasinato.

            My Two Cents 🙂

  • «A 20 giorni dal lancio, il Fire Phone di Amazon potrebbe aver venduto solo 35 mila esemplari un USA, dati che decreterebbero un vero flop. Si tratta di un dato ipotetico, ma ricavato su statistiche attendibili. Chitika ha stimato il traffico web proveniente dal suo network riferito al Fire Phone, riscontrando un valore di circa lo 0.02 per cento»

    • Giacomo Brunoro

      ehehehe….