Kindle diventa touch, l’e-reader entry level di Amazon si rinnova.

Non sono a scrivervi del top di gamma certamente, come il Kindle Paperwhite, ma questo nuovo Kindle ha tutte le carte in regola per essere un bestseller come i precedenti. Infatti Amazon, cavallo vincente non si cambia, lascia invariato quasi tutto se non per un piccolo particolare, abbandona i tasti navigazione per un touch, incredibile.

Scheda tecnica:

  • Schermo: 6″ tecnologia e-ink (antiriflesso)
  • Dimensioni: 169x119x10,2 mm
  • Peso: 191 gr
  • Densità pixel: 167 ppi
  • Gestione: touch infrarossi
  • Connettività: Wi-Fi (standard 802.11b, 802.11g, 802.11n)
  • Memoria: 4 GB
  • Formati supportati: Formato Kindle 8 (AZW3), Kindle (AZW), TXT, PDF, MOBI non protetto, PRC nativo; HTML, DOC, DOCX, JPEG, GIF, PNG, BMP con conversione.

Come si nota subito le caratteristiche non fanno urlare per l’eccitazione i più smaliziati, dobbiamo considerare il prezzo di attacco veramente low di € 59 per inquadrare il tutto. Diciamo subito che non c’è concorrenza, anche in vista delle spese di spedizione gratuite, che possa impensierire Amazon in questa fascia di prezzo.

Nuovo Amazon Kindle Touch, la prova di Andrea Andreetta

Se il prezzo è il motivo principale che muove l’acquisto del nuovo Kindle, possiamo sicuramente mettere in seconda posizione l’aumento della memoria interna che passa da 2Gb a 4Gb, un raddoppio gradito ai feticisti della libreria digitale. Basato sull’ormai collaudata tecnologia e-ink lo schermo rimane del taglio dimensionale di 6″, misura perfetta per portabilità e lettura, mantenendo la densità di 167 ppi del predecessore. Forse avrei gradito un’evoluzione a 212 ppi, allineando così la nitidezza di carattere del Kindle base al suo fratello maggiore Paperwhite, però per l’esiguo prezzo mi rendo conto che i miracoli non si possono ancora fare.

Il peso contenuto al di sotto dei 200gr è perfetto per ogni situazione, che sia l’autobus per andare a scuola, il treno o l’aereo per una lunga trasferta, il taxi preso al volo ed infine il meritato divano dove le vostre braccia non saranno mai stanche di tenerlo. Chi poi è abituato al mondo tablet rimarrà stupito dall’inconsistenza percepita di questo device.

Le dimensioni sono perfette, anzi la cornice ha una giusta proporzione che rende impugnarlo con una mano la soluzione ideale. Insomma borsa in una mano ed e-reader nell’altra sono il must per il cittadino contemporaneo. Per esaltarne la funzionalità quotidiana Amazon ha introdotto una nuova serie di cover colorate dedicate con la funzione accendi/spegni, ora anche i più modaioli o viaggiatori incalliti come il sottoscritto potranno leggere ovunque con un plus non da poco.

Nuovo Amazon Kindle Touch, la prova di Andrea Andreetta

Forse di tutto questo nuovo prodotto il grande punto di domanda è proprio il touch. La tecnica non lascia dubbi sull’utilizzo e l’infrarosso svolge egregiamente il suo lavoro, i guanti non saranno un problema. Reattivo e abbastanza preciso abbinato ad una maggiore velocità del sistema operativo, cambi pagina e e-commerce, il touch fa guadagnare quel plus tecnologico che molti utenti vogliono. Però c’è un però.

L’assenza di pulsanti fisici costringe ad impugnare il nuovo Kindle con la seconda mano, quando dovremo cambiare pagina, perdendo così un po’ di quella facilità tanto radicata nella generazione precedente. Certo tutto questo dipende dalla dimensione della vostra mano ma vi posso assicurare che al lettore accanito potrebbe disturbare non poco. Un piccolo difetto che però non inficia il giudizio veramente positivo anche in rapporto alla qualità del prodotto.

La qualità costruttiva non solo è percepita ma reale, portando il device sempre in borsa posso assicurare una resistenza al trauma superiore al normale, dove le plastiche perfettamente accoppiate lo rendono immune da scricchiolii e deformazioni.

TECNOLOGIA 6
EXPERIENCE 8
PREZZO 10

Tagged with →